Formiche – Poesia

Non considerate.

Vivono piangendo,

sopravvivono nell’oscurità,

nascoste là fuori.

Hanno paura

del mondo,

paura di noi

assassini,

sadiche figure scure,

divertite dai loro dolori.

Ma non ci sentiamo male.

Mai.

Le guardiamo pensando alla morte

volendo provare tutti noi

cosa si prova ad uccidere qualcuno.

Non uccidere persone, ma piccole creature.

Magari non soffriranno…

speriamo.

Ma in realtà siamo noi che non soffriremo,

e pensando solo e soltanto,

che resteranno sempre piccole.

E insignificanti.

Perché siamo stati così crudeli?

Perché tutti lo abbiamo fatto

almeno una volta

da piccoli,

e non sapremmo mai spiegare il perché.

 

Edoardo Merlini – Classe 2E

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone