Ecco come si modificano le sinapsi del cervello durante lo studio

Un gruppo con buone competenze di microscopia ottica, facente parte di una ricerca multidisciplinare dell’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit), con sede scientifica a Genova e sede amministrativa a Roma, ha descritto per la prima volta la struttura interna delle sinapsi, ovvero i punti di comunicazione fra le cellule nervose chiamate neuroni. Lo studio, in seguito pubblicato sul “Journal of Neuroscience”, ha dedotto che l’apprendimento e la memorizzazione delle discipline aumentano la dimensione delle sinapsi e modificano la loro struttura interna. Lo scienziato responsabile dello studio, Andrea Barberis, ha spiegato che le sinapsi sono divisibili, al contrario di come sono sempre state considerate. Il gruppo non avrebbe mai raggiunto questo risultato senza l’aiuto di esperti di elaborazione di immagini, capeggiati da Alessio Del Bue, e di un gruppo di fisici guidato dalla ricercatrice Francesca Cella. Grazie alla nuova scoperta, altri studi potranno occuparsi del processo di alcune malattie come l’epilessia, che provoca gravi perdite di coscienza, e l’autismo, cioè la perdita della realtà e la creazione di una propria vita interiore.
Francesco Cosenza – Classe 1G

Young boy study geography in science class – coloring a world map

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone