Io e la scuola: un’altra scuola è possibile?

Molte volte mi sveglio la mattina e penso a come sarebbe la scuola se cambiassero alcune cose, per esempio se non avessimo compiti il fine settimana così da poterci riposare un po’ di più di quanto riposiamo in norma. Oppure penso a quanto sarebbe più bello se i professori ci stressassero di meno e ci assegnassero non troppa roba o se all’interrogazione, quando non sappiamo come rispondere a una loro domanda, invece di accusarci di non aver studiato, capissero che siamo esseri umani e che come tutti possiamo sbagliare o dimenticare qualcosa. Poi, se ci potessimo alzare ad un’ora accettabile invece che alle sette del mattino, allora sì che la scuola sarebbe meno scocciante… Forse però saremmo più predisposti ad accettare qualcosa di speciale quando ce l’abbiamo davanti, nel nostro stato d’animo più tranquillo. È solo un’idea, ma perché non provare?
Michele Meglio – Classe 1B

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone