Book Jumpers

In realtà ho preso questo libro perché pensavo fosse la versione “cartacea” di un film che ho visto tanti anni fa. Ho scoperto solo dopo che non è così, ma semplicemente mi ha ingannato la trama.
Ebbene lo ammetto, sono contento che la trama mi abbia ingannato, altrimenti, forse, non avrei mai letto “Book Jumpers” di Mechthild Gläser.
La prima cosa che mi ha colpito è stata la trama principale, ovvero il fatto che questi ragazzi siano in grado di ‘saltare’ dentro i libri, entrando appunto nelle storie. Per quanto incredibile sia questa cosa, ci sono tante regole da seguire, la prima di queste è… “non interferire con la storia”. Mi è piaciuto come venivano descritti i libri, e che anche il fatto che “da grandi poteri, derivano grandi responsabilità”, ed è per questo che i lettori possono solo assistere alle storie dal vivo.
È un libro scritto molto bene e piuttosto realisticamente, dato che, come ogni persona, dopo tutto, la protagonista Amy è all’inizio molto scettica riguardo ai suoi poteri.
Edoardo Lolli – Classe 2D

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone