LA RECENSIONE. LA STORIA INFINITA

L’autore del libro “La storia infinita” è Michael Ende. Il libro è della Longanesi , ha 436 pagine ed il suo titolo originale è “Die unendliche geschichte”. Michael Ende, nato nel 1929 e morto nel 1995, è stato uno scrittore universalmente noto soprattutto per i romanzi “Momo” e “La storia infinita”.
Il libro è scritto in maniera molto semplice ed intuitiva. I titoli dei capitoli iniziano ognuno con una lettera dell’alfabeto diversa, dalla A alla Z e i capolettera dei capitoli sono disegnati con miniature in stile medievale. Nel testo la storia si svolge su due binari paralleli, realtà e fantasia, le frasi che riguardano la realtà sono scritte in rosso, quelle che riguardano la fantasia in verde.
La Storia infinita parla di un ragazzino di dieci anni, Bastiano, che si rifugia nella soffitta della scuola per leggere un libro intitolato “La storia infinita” che aveva rubato in un libreria. Nel libro c’è un mondo bellissimo, chiamato Fantàsia, governato da un’imperatrice. Però l’Infanta Imperatrice è malata, il che mette a rischio Fantàsia, che sta venendo risucchiata dal Nulla. Man mano che Bastiano legge il libro inizia ad entrare nella storia, diventandone il protagonista e dovendo lui stesso ricreare Fantàsia.
Una citazione molto importante crediamo sia:
“Trovo che noi due abbiamo tutte le buone ragioni per festeggiare. Una giornata così capita una volta nella vita, e per molti non viene mai. Perciò vorrei proporti di fare qualcosa di speciale, proprio di grandioso.”
Sono le parole del padre di Bastiano quando i due si ritrovano.

Matteo Garbelli, Cristiana Tudori & Davide Carboni 2 F

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone