Italia-Israele: gli azzurri vincono ma non convincono

Nella serata di martedi 5 Settembre si è conclusa la partita Italia-Israele valida per la qualificazione ai play-off per raggiungere l’ingresso ai mondiali di Russia 2018.

Gli azzurri sono tornati in campo dopo la pessima figura al Santiago Bernabeu contro la Spagna dove la formazione di Ventura si era arresa alla forza spagnola con un pesantissimo 3-0. Cosi gli uomini di Ventura sono scesi in campo al Mapei Stadium affrontando la squadra israeliana; come si era detto nei giorni precedenti il CT italiano ha rischierato in campo gli stessi uomini se non per alcuni cambi forzati quali: Astori per Barzagli e Conti per Spinazzola. Così Gianpiero Ventura ha riproposto la stessa formazione e lo stesso modulo che subì l’imbarcata da parte dei giocatori spagnoli. I fantasmi del Santiago Bernabeu inizialmente sono riapparsi sul campo di Reggio Emilia, mostrando un’Italia spenta, poco lucida e sprecona a causa del modulo che era fin troppo offensivo e sbilanciava il centrocampo lasciato nelle sole mani di De Rossi e Verratti costretti agli straordinari per chiudere gli spazzi e lasciati soli dai compagni che non tornavano nella fase difensiva; in particolare Candreva e Insigne (due giocatori molto offensivi). Si è conclusa così la prima frazione di gioco sotto scorscianti fischi. Gli azzurri sono poi rientrati negli spogliatoi a testa bassa pronti a subire la sfuriata di Ventura.

Alla ripresa del secondo tempo l’Italia è tornata sul rettangolo di gioco con un altro spirito, un’altra voglia. Dimostrando di avere più fame di vittoria, più cattiveria agonistica e rendendosi più propositiva e pericolosa in area di rigore. Gli uomini di Ventura sono dunque ripartiti bene con diversi attacchi che hanno messo in difficoltà la nazionale Israeliana, prima con un grande colpo di testa di Immobile che però è terminato al lato strozzando l’urlo di gioia dei tifosi italiani. Poi l’attacco italiano è ripreso con una galoppata di Candreva che ha visto l’imbucata di Ciro Immobile il quale ha scagliato un tiro potente respinto però dai guanti di Harush.

Quello italiano è stato trasformato in un assedio e finalmente al 53′ l’attaccante di Torre Annunziata (Ciro Immobile), grazie ad un preziosissimo cross di Candreva, ha colpito la palla di testa insaccandola in rete portando così l’italia sul punteggio di 1-0. Purtroppo i ragazzi di Ventura non hannpo trovato il secondo gol ma hanno iniziato a giocare a calcio divertendosi, eliminando l’insicurezza e portando a casa 3 punti davvero preziosi per la classifica. Si è concluso cosi l’incontro al Mapei Stadium sotto gli applausi dei tifosi presenti che hanno eliminato i pesanti fischi dei primi 45 minuti di gioco.

di Edoardo Galeani

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone