Viaggio nei Fori: 2000 anni dopo nella città eterna

 

di Silvia Orani

Un tuffo nel passato, in una città che nei secoli ha cambiato più volte il suo volto , fino a diventare già nell’antichità un bellissimo museo all’aperto di arte e architettura “con tali parole Alberto Angela descrive il viaggio multimediale allo spettatore.

Roma, città d’arte e di innumerevoli ricchezze, dal 22 aprile fino al 15 novembre 2016 la caput mundi ovvero la città eterna grazie alle nuove tecnologie ha ripreso a vivere, mostrando i segreti e la bellezza di un tempo. Ciò è stato possibile grazie ad un arduo lavoro finanziato da Roma Capitale.

In cosa consiste? Si tratta di ricostruzioni virtuali di due aree archeologiche conosciute come : Foro di Augusto e Foro di Cesare. Gli spettatori grazie all’uso di apposite cuffiette e ricostruzioni multimediali, saranno trasportati indietro nel tempo dalle voci di Piero Angela e Paco Lanciano, in quella che era l’antica Roma. Scoprendo così il vero aspetto dei monumenti, lo stile di vita degli antichi romani, qualche curiosità sull’urbe, le ondate straniere e il finale decadimento, ma soprattutto i due grandi imperatori che vi hanno vissuto, trasformando Roma in quella che tutt’oggi è considerata una delle sette meraviglie del mondo.

E’ Strano pensare che proprio lì, dove adesso facciamo lunghe passeggiate e ammiriamo il panorama, sono passati i grandi del passato, rimanendo in tema: Giulio Cesare e Augusto. Oggi essi sono considerati i personaggi più influenti della storia… Pensate all’epoca! Cesare fu un grande protagonista politico e oratore, ebbe un ruolo fondamentale nel sistema di governo, diventando il Dittatore eterno di Roma. Mentre Ottaviano passò alla storia con il nome di Augusto. Egli era il pronipote e il figlio adottivo del grande Cesare. Uomo dotato di un singolare intuito politico, divenne il primo Imperatore Romano e il suo principato fu il più lungo e florido della storia, segnato dall’espansione del territorio su tutto il bacino del Mediterraneo.

Immaginate autori come : Omero, Stendhal, Goethe, D’Annunzio, essi celebrarono e fecero risplendere con le loro parole e poesie questa antica città.

Si trovano a Roma vestigia di una magnificenza e di uno sfacelo tali, che superano l’una e l’altro, la nostra immaginazione.”
(Goethe)

Per non parlare poi dei grandi artisti che vivranno e lavoreranno a Roma. Periodi magici per la capitale Italiana, che vedrà come protagonisti: Leonardo Da Vinci, Michelangelo, Giotto, Caravaggio …

Roma è la città degli echi, la città delle illusioni, e la città del desiderio.”
(Giotto)

Chissà cosa direbbero i nostri predecessori al giorno d’oggi, magari sarebbero affascinati dalle nuove tecnologie, oppure ci rinfaccerebbero l’aver perso tutte le loro conquiste nei secoli, dunque per aver distrutto il sacro romano impero. Purtroppo non ci è dato saperlo, ma possiamo continuare a lavorare e a mantenere intatta la loro memoria attraverso la manutenzione della nostra città e dei monumenti.

Come disse Ottaviano Augusto “Ho trovato una città in mattoni, ve la restituisco di marmo”

Ora spetta a noi contribuire perché ciò avvenga.

Non perdete questa magnifica occasione, potrete rincontrare due delle maggiori personalità antiche tra le mura dei fori, per farvi raccontare la loro vita, gli intrighi e i grandi sforzi che hanno dovuto affrontare nel mantenere un così grande impero.

 

 

 

 

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone