La valigia di Adou

Oggi siamo stati nel salone della nostra scuola per partecipare all’iniziativa LIBRIAMOCI, dedicata alla lettura libera. Abbiamo ospitato due studenti del liceo classico “Garibaldi” che hanno letto alcuni brani del libro “La valigia di Adou”. E’ la storia dell’amicizia tra due bambini: Adou e Oreste. Adou viveva in Costa d’Avorio dove c’era la guerra. La mamma lo nasconde dentro la valigia della zia poiché è l’unica persona della famiglia che ha i documenti per viaggiare e quindi per scappare dalla guerra. I suoi genitori lo avrebbero raggiunto appena possibile. Il bimbo viaggia in treno dentro la valigia; la zia lo fa uscire solo per mangiare e bere. C’è buio e Adou ha paura. La mamma gli ha detto che deve stare sempre in silenzio; la cerniera della valigia sarebbe rimasta un po’ aperta per fare entra l’aria e presto tutto sarebbe finito. Alla stazione la valigia però viene scambiata con quella di un signore anziano, il nonno di Oreste. A casa una inaspettata sorpresa spiega perché quella valigia fosse così pesante: dentro c’è un bimbo impaurito. Il nonno lo accarezza, prova a tranquillizzarlo; ma Adou non capisce ciò che gli viene detto perché non conosce quella lingua, ma sa che vogliono aiutarlo. Oreste è incuriosito; prova simpatia per Adou ed è molto triste quando il piccolo viene trasferito in una comunità. Infine i nostri bravissimi lettori ci raccontano che i due bambini poi si ritroveranno e diventeranno amici inseparabili. Scopriranno di essere diversi solo fisicamente, ma di avere tanti interessi in comune. Entrambi sono appassionati di calcio, non capiscono il mondo dei grandi e sono in attesa di qualcosa di importante: Adou non vede l’ora di arrivare in Italia, Oreste aspetta la nascita della sorellina. Questa storia curiosa e appassionante ci ha insegnato che dalle diversità possono nascere grandi amicizie.
Classe IV D
Scuola “E. De Amicis”
Sede “Nazario Sauro”
PALERMO

Dalle diversità possono nascere grandi amicizie.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone