LA SCUOLA PROMUOVE LA CITTADINANZA ATTIVA

Per sentirsi davvero cittadini europei, cioè membri attivi di una grande comunità organizzata e funzionante, è molto utile avere contatti con le istituzioni comunitarie e con persone che operano al loro interno e lavorano per rendere gli stati membri della UE legati da comuni obiettivi e direttive.

La nostra scuola, l’Istituto d’Istruzione Superiore Ovidio di Sulmona, promuove una serie di iniziative volte a sviluppare la cittadinanza attiva e le competenze civiche attraverso l’informazione e la formazione.

Il 6 novembre ci siamo recati nella sede della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea a Roma, dove siamo stati accolti dalla dottoressa De Stefanis che ci ha illustrato il funzionamento della Comunità Europea, gli organi dell’Unione e le loro rispettive competenze. In particolare ci ha segnalato la presenza di due italiani che ricoprono importanti cariche: Mario Draghi, presidente della banca centrale europea e quindi responsabile della politica monetaria, e Federica Mogherini, alto rappresentante della UE per gli affari esteri e la politica di sicurezza nonché vicepresidente della Commissione, sottolineando che tutti i paesi dell’Unione Europea sono presenti all’intero della Comunità attraverso dei rappresentanti che ricoprono varie funzioni. Il funzionamento della UE è, infatti, basato sulla cooperazione e l’attenzione ai bisogni di tutti. La lezione si è conclusa con un momento di coinvolgimento degli studenti, ai quali sono state somministrate domande sotto forma di gioco. Divisi in gruppi, i ragazzi hanno dato prova della loro conoscenza dei simboli e delle iniziative promosse dall’Unione europea. Ai vincitori sono stati dati dei simpatici premi. L’attività è proseguita con un laboratorio di indagine statistica, realizzato con l’uso degli smartphone, in cui si  chiedeva in quali ambiti  l’Unione Europea dovrebbe intervenire per migliorare le condizioni socio economiche dei cittadini degli stati membri. I risultati dell’indagine sono stati infine oggetto di discussione sotto la guida  di un esperto .

E’ stata un’occasione per esplorare un mondo che forse conosciamo poco, ma di cui siamo parte. L’Unione Europea nasce e si sviluppa su valori forti come la pace, l’equità, il rispetto della diversità, la democrazia, la solidarietà.  Per noi giovani rappresenta l’opportunità di guardare al futuro con maggiore speranza, è l’apertura dei nostri orizzonti, perché l’Unione promuove e finanzia la ricerca, la creatività, investe nella sostenibilità, nella salvaguardia dell’ambiente, ha fiducia nei giovani e nel loro indomito desiderio di migliorare il mondo.

Umberto Cinotti

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone