ALEX: IL REGALO CHE ABBAIAVA

Era il Natale dello scorso anno, quando ebbi il regalo più bello che potessi immaginare.

Erano già passate le 9:00 di sera e mi trovavo a casa di mia nonna, tra canti balli e risate… All’improvviso i miei genitori spensero la musica e chiamarono me e le mie cugine in salotto per aprire i regali. Attendevo da giorni e con ansia il momento dell’apertura dei regali, ma arrivata ai piedi dell’albero rimasi molto delusa, perché vidi che del mio nome sui pacchi non c’era taccia.

Ero davvero triste: non riuscivo a crederci che nessuno avesse pensato a me. Ad un tratto, un pacco cominciò ad “abbaiare”, proprio così, ad abbaiare; e, spinta dalla curiosità, aprii il pacco e come per magia venne fuori un cucciolo morbidissimo e super “coccoloso” con al collo una medaglietta sulla quale c’era scritto “per Mariangela da mamma e papà”.

Vi lascio immaginare l’emozione che provai in quel momento, un’emozione che provo tutt’ora quando, tornando a casa dopo la scuola,  Alex (questo è il nome che gli ho dato),  mi salta in braccio in cerca di coccole e attenzioni. Da quando ho Alex, sto molto meno in casa e passo più tempo all’aria aperta. Come se non bastasse, mi ha sovraccaricato di responsabilità e a volte non è facile gestirle tutte contemporaneamente. Per fortuna, nei momenti in cui ho le pile scariche, entrano in campo due genitori incredibili,  che mi aiutano  nello studio, nella cura del mio “piccolo cucciolo peloso” e nel mio “lavoro” di baby sytter a casa di mia zia.  Da quando Alex è entrato nella mia vita mi sento una ragazza molto più responsabile e volenterosa; insomma punto sempre a dare il  meglio di me. Grazie mio piccolo amico.

P.S. per i miei genitori: se anche quest’anno, a Natale, voleste lasciarmi senza fiato con un regalo strepitoso, fate pure! 😉

Mariangela Massaro  2aL

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone