INVESTIGATORI PER UN GIORNO

In data 26 ottobre 2017 le classi IA, IC, IB e IN del liceo G.B. Vico si sono recate al teatro “Il Pozzo e il Pendolo” per assistere alla rappresentazione di uno spettacolo interattivo intitolato: “Invito a colazione con delitto – La radice del diavolo”

Gli studenti hanno avuto il loro primo contatto con il “mondo del giallo” attraverso la lettura di un romanzo di Agatha Christie sottopostogli dall’insegnante d’italiano nei giorni precedenti allo spettacolo.
Il giorno 26 ottobre 2017 tutte le classi prime del liceo classico si sono recate insieme al teatro “Il Pozzo e il Pendolo” e hanno assistito ad uno spettacolo interattivo che li ha coinvolti in prima persona.
Gli alunni, infatti, avevano il compito di scoprire il movente, l’autore del delitto e l’arma, sulla base degli indizi forniti ai ragazzi tramite interrogatori fatti da quest’ultimi agli attori.
I ragazzi e i professori sono stati molto coinvolti dallo spettacolo e sono rimasti colpiti dall’abilità degli attori di coinvolgere i ragazzi. Abbiamo chiesto il parere di professori e ragazzi in merito.

 

 

 

 

Lo spettacolo è stato molto bello e gli attori sono riusciti coinvolgere una grande parte degli studenti presenti in sala così come loro hanno fatto con me. Il teatro era diviso in due ambienti: in una abbiamo potuto consumare una colazione composta da biscotti e cioccolata calda e nell’altra era presente il palco dove gli attori hanno recitato mentre noi spettatori ci siamo accomodati su poltroncine e sedie.. Gli attori hanno recitato molto bene e sono riusciti a trasmetterci il loro pensiero e le loro emozioni. In un primo momento hanno iniziato a descrivere le modalità del primo omicidio. Successivamente ci hanno lasciato porre alcune domande sul caso a cui loro hanno dato una risposta. Hanno poi introdotto le testimonianze sul secondo omicidio e infine ci hanno dato dei fogli e ci hanno divisi in gruppi che avevano il compito di scoprire chi fosse l’assassino. Non ci siamo riusciti, ma qualcuno tra noi è stato sul punto di farcela.

B. P.

 

 

Lo spettacolo mi è sembrato molto interessante soprattutto perché è stata una nuova esperienza e gli attori sono riusciti a trasmettere tutte le loro emozioni al pubblico. Il teatro era molto ben organizzato e sembrava quasi di stare sul set di un cinema. C’era un tavolo molto grande su cui vi erano un infinità di cibi che abbiamo mangiato a colazione. Gli attori hanno recitato benissimo e sono riusciti a coinvolgere la maggior parte di noi alunni e il tutto è stato molto intrigante. Io ho posto molte domande e per quanto sia riuscita ad andare molto vicina alla soluzione del caso assieme anche al mio gruppo, non ho indovinato l’assassino.

R. S.

 

 

Lo spettacolo è stato molto stimolante e interessante. Il teatro seppur piccolo aveva una giusta ambientazione dato che era perfetto per l’attività di lavoro in gruppo. Gli attori sono stati senza alcun dubbio molto bravi e sono riusciti molto bene ad interagire con il pubblico. Si poteva pensare ad una colazione migliore ma l’idea è molto originale, nel complesso lo spettacolo è stato, quindi, molto bello e affascinante tanto che vorrei riandare a vedere la versione “Cena con Delitto”

B. S.

 

 

Mi ha molto interessato questo nuovo tipo di didattica. L’idea della colazione è stato molto originale e la struttura del teatro da un punto di vista strutturale ha permesso a tutti di partecipare. Mi è sembrata molto simpatica l’attrice che interpretava la governante e mi ha impressionato la bravura dell’investigatore che conduceva le indagini.

C. F.

 

 

Lo spettacolo mi è sembrato molto organizzato e gli attori hanno reso molto bene sulla scena e sono riusciti a far comprendere al pubblico l’idea di vero giallo. L’idea della colazione mi è sembrata bellissima, infatti mi è piaciuto fermarmi a gustare qualcosa di buono per poi continuare con lo spettacolo. Gli attori, come già  detto, sono stati molto bravi e coinvolgenti con i ragazzi  anche se i lavori di gruppo non sono stati particolarmente efficaci perché anche se qualcuno si è cimentato nello scovare l’assassino, c’era ugualmente qualcuno che pensava solo a fare confusione…peccato perché era una bella esperienza.

S. M.

 

a cura di Davide Agliottone, Matteo Ancona, Davide Gurrado e Lorenzo Vacalebre –  1°C liceo classico Cambridge 2.0

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone