Generazione Z: non solo una lettera dell’alfabeto

Ne hai mai sentito parlare?

Nell’ultimo periodo si sente parlare sempre più frequentemente della Generazione Z, ossia, quella che comprende chiunque sia nato dal 1995/2000 in poi. Chi ha attualmente dai 15 ai 20 anni, dunque, può definirsi appartenente a questa generazione.
Si parla di questa generazione come di quella nata con il cellulare in mano, come la generazione ricc

a di idee, voglia di fare, estrosità. Il problema principale, però, è che gli stessi giovani pieni di risorse da offrire al mondo che li circonda, sono quelli non disposti a condividere i propri vantaggi con il mondo esterno. Fatto curioso, questo: coloro che attraverso i social e il mondo di internet condividono in continuazione foto e pensieri, non sono all’altezza di condividere nella realtà sguardi e qualità.

I Millennials (nome utilizzato per indicare gli appartenenti alla generazione precedente), differiscono molto dalla generazione Z che, innanzitutto viene attratta maggiormente dalle immagini che dai testi (come era in precedenza) ed è pronta a tutto pur di riuscire nei propri intenti, al contrario di ciò che accad

eva nella generazione precedente, nella quale si aspettava di essere scoperti senza fare nulla di concreto.
Una generazione ricca di qualità, di vantaggi e di promesse che non sempre viene esposta per quello che è davvero. E tu cosa ne pensi? Se ne fai parte, sei fiero del posto che occupi in quanto “membro” della generazione Z?

Generazioni 2.0

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone