• Home
  • Blog
  • Articoli
  • DIAMO SPAZIO ALLE GIOVANI IDEE GLI ARTICOLI DELLA SECONDA A SUL GIORNALE ON LINE “DIREGIOVANI.IT”  

DIAMO SPAZIO ALLE GIOVANI IDEE GLI ARTICOLI DELLA SECONDA A SUL GIORNALE ON LINE “DIREGIOVANI.IT”  

 

“Diregiovani” è un giornale di informazione che offre ad ognuno la possibilità di esprimersi ed è costituto da varie categorie. Vi è per esempio l’utilissima sezione chiamata “Esperti”, nella quale i ragazzi hanno l’opportunità di rivolgere le loro domande e le loro richieste a psicologi e medici, con la tranquillità di sapere che a rispondere troveranno professionisti di esperienza. Naturalmente, in un sito come questo, interamente dedicato ai giovani, non poteva mancare uno spazio riservato alle scuole. Nasce così “La scuola fa notizia”, una piattaforma online in cui le classi possono pubblicare gratuitamente i loro articoli. Collegato alla piattaforma, è il concorso “Giornalistinerba” che, con le sue tre sezioni, valorizza varie modalità espressive di noi ragazzi: la scrittura, il disegno e la produzione di video. Particolarmente interessante è il fatto che i premi di questo concorso possono essere assegnati non solo ai singoli, ma anche ai gruppi o addirittura all’intera classe: questo stimola a lavorare insieme con impegno, perché viene valutata soprattutto la qualità e la creatività dei lavori prodotti. In palio ci sono tablet e fotocamere ed il concorso prevede due distinte premiazioni: una per la scuola secondaria ed una per la scuola primaria. Partecipare è semplice: una volta prodotti i lavori, basta inviare il tutto nel giusto formato ed indicare classe e scuola di appartenenza.

Noi della seconda A non ci siamo tirati indietro di fronte alla possibilità di poter arricchire con i nostri lavori questa interessante piattaforma: sotto la guida della nostra professoressa, ci siamo sbizzarriti ed abbiamo avuto un’occasione importante per poter scrivere di argomenti che ci interessano da vicino e che ci coinvolgono nella nostra vita vera, sport, ricette, cultura, attualità, animali. Leggere gli articoli della nostra classe permette di conoscerci meglio e di capire quali sono davvero le nostre passioni e le nostre paure e anche chi si è aggiunto al nostro gruppo quest’anno, ha subito collaborato con entusiasmo al progetto (Lorenzo). Lo sport è protagonista indiscusso: alcuni hanno scritto di calcio, di nuoto, di ginnastica artistica, di pallavolo (Flaminia), ma anche di sport meno diffusi, come l’hockey (Nico), il calcio femminile, il pentathlon moderno (Beatrice). Un nostro compagno ci ha svelato la storia delle Olimpiadi, senza dimenticare Pistorius, “il primo atleta diversamente abile capace di gareggiare con i normodotati” (Andrea); Tommaso ci ha emozionato con il racconto dell’abbandono di Totti al calcio. Insomma, come sempre si è visto, lo sport unisce e interessa davvero tutti, non solo chi lo pratica in prima persona. Numerosi sono anche gli articoli di cultura e di attualità: da Londra ed i suoi monumenti (Benedetta), possiamo volare nella splendida Val D’Orcia, scoprendone la bellissima Pienza grazie a Michele. L’Umbria è il luogo di sapori unici, con il pane sciapo “perché un tempo i cittadini si ribellarono al papa e non pagavano più la tassa del sale” (Francesca). C’è chi fa notare che “per ricordare quanto sia importante il lavoro, si organizza il concerto del primo maggio” (Elisa) e chi sintetizza tutte le differenze fra la scuola francese e quella italiana (Giulia) ma potrete anche conoscere tutti i moderni supereroi (Gabriele) o aggiornarvi sulle ultime versioni dei Pokemon (Xu Yu Qun).  A volte, siamo ragazzi desiderosi di amici veri e non facili ad illudersi (Margherita) e accettiamo con piacere l’aiuto pomeridiano dei professori (Steaven);  amiamo Harry Potter perché non si arrende “anche dopo aver subito ingiustizie e grandi dolori” (Miriam). Abbiamo qualche paura e per questo ci piace la natura: le stelle, soprattutto se dipinte da Van Gogh (Silvia); i cani Labrador che, con la loro dolcezz,a ci fanno superare ogni paura (Allegra) ed i gatti, senza i quali “non potremmo vivere” (Elena). La speranza però non ci manca e ci auguriamo che la “saggezza umana possa vincere” sulle stranezze degli uomini (Roberto). Ci piace Malala, che aveva “una scintilla, una forza interiore, che solo pochi possiedono” (Giulia) e ci piace il fantasy, perché ci fa capire come “tutte le storie sono vere” (Bianca e Francesca). Ed infine, come dice Beatrice, “basta indossare un abito rosso per mostrare la propria sicurezza”.

Consigliamo a tutti di partecipare a questo concorso perché, al di là dei premi, alla fine scoprirete quanti bei pensieri e quante belle idee circolano fra i vostri compagni.

 

CLASSE SECONDA A

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone