Una “PASS”ione unica

L’anno scorso, noi della seconda A abbiamo aderito al progetto di basket che la nostra scuola ha proposto alle classi prime: questo sport ci è piaciuto particolarmente, tanto che vogliamo approfittare del nostro giornale per condividere con voi qualche informazione in proposito.

Il basket è stato ideato a fine Ottocento da un insegnante americano di educazione fisica; è uno sport indoor, cioè si gioca normalmente in un campo coperto; i giocatori di ciascuna squadra sono cinque; la finalità del gioco è totalizzare punti facendo entrare la palla nel canestro avversario, collocato a più di tre metri di altezza. I canestri possono valere due punti se il tiro avviene da dentro l’area, tre se il tiro è effettuato da fuori area ed uno se è un tiro libero. Si possono individuare cinque ruoli: il playmaker,  la mente della squadra, che  imposta il gioco ed è spesso il più “piccolino” fisicamente; la guardia tiratrice, dotata di un ottimo tiro e abile a penetrare nel campo avversario, di solito è il giocatore che totalizza più punti; l’ala piccola, che marca gli avversari; l’ala grande, un giocatore molto alto e veloce, difficilmente marcabile quando si slancia per tirare ed infine il pivot, il giocatore più alto e pesante, che si muove nel cuore dell’area ed organizza i palleggi. I fondamentali, cioè i movimenti principali, sono: il palleggio, il passaggio, il tiro, il rimbalzo e la stoppata.

La National Basketball Association, comunemente nota come NBA, è la principale lega di pallacanestro e si trova negli Stati Uniti: quasi tutti i migliori cestisti in circolazione vi giocano ed il livello complessivo della competizione è considerato il più alto al mondo. Le squadre sono trenta, i giocatori più famosi sono James LeBron,  Kevin Durant, Stephen Curry,  James Harden,  Johnson Magic, Bryant Kobe e Russell Westbrook. In America, il basket è un sport importantissimo e molto praticato, mentre in Italia non è così diffuso. E’ meno seguito del calcio e le sue squadre sono molto meno famose di quelle di quest’ultimo sport: ma esistono molte palestre di basket in tutta Italia ed anche nel nostro quartiere, dal momento che questo sport si sta diffondendo sempre di più anche tra le ragazze. Il nostro percorso, in collaborazione con il centro sportivo “Pass”, si è svolto in dieci lezioni: una volta a settimana, durante l’ora di educazione fisica, è venuto nella nostra palestra un allenatore professionista, con cui inizialmente abbiamo lavorato sul palleggio, sul canestro e sul passaggio, attraverso esercizi e giochi. Successivamente, abbiamo imparato il terzo tempo ed infine abbiamo svolto brevi “partite” in due o in quattro. Terminate le dieci lezioni, le classi prime che hanno aderito al progetto si sono recate, l’ultimo giorno di scuola, presso la palestra “Pass”, per concludere il progetto con una “festa” finale, durante la quale abbiamo svolto giochi sulle attività che abbiamo imparato durante l’anno, per esempio una staffetta in cui bisognava palleggiare in vari modi e tirare a canestro. Al termine di questo incontro, è stata nominata la classe vincitrice: la seconda A, ex prima A, cioè noi! Pensiamo di parlare a nome di tutti dicendo che questo progetto è stato costruttivo e divertente, abbiamo appreso varie tecniche ma soprattutto il lavoro di squadra.

Ringraziamo gli insegnanti della “Pass” per averci regalato questa bellissima esperienza e speriamo di avervi proposto una buona lettura.

CLASSE SECONDA A

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone