eBook: ne vale davvero la pena?

“Non c’è un’altra sensazione paragonabile a quella di tenere in mano un’opera letteraria piena di idee, parole, fantasia. Una specie di scatola magica che si apre e si rivela pagina dopo pagina.”

Nel pullman durante il tragitto verso scuola, a letto prima di addormentarsi, in stazione in attesa del treno, i nostri viaggi sono spesso accompagnati dalla lettura di un buon libro. Un modo come un altro per riempire i nostri momenti “vuoti”.

Spesso succede che si voglia, o si debba, leggere più libri contemporaneamente ma questo comporta delle scelte a causa delle grandezze delle borse, dello zaino già pieno di suo che potrebbe ulteriormente compromettere la salute della nostra schiena.

Dall’altro capo abbiamo il libro digitale, chiamato comunemente ebook, molto più pratico e leggero che ci permette di portare con noi i libri di cui abbiamo bisogno. Lo sviluppo di questi supporti ha portato ad un aggiornamento avendo così la possibilità di inserire dei commenti, evidenziare le frasi che più ci ispirano, inserire annotazioni e con semplici comandi svolgere delle ricerche.

Ci sono però anche delle caratteristiche che li differenziano:

I libri cartacei risultano più riposanti, al contrario degli ebook che affaticano la vista a causa della retroilluminazione ma è molto rilassante sugli ebook reader e-ink;

I libri digitali hanno un tempo limitato dalla carica, gli altri no;

Il mercato dei libri digitali è più accessibile in quanto i testi hanno un costo ridotto, non essendoci la spesa della carta. Paragonabili perfino al costo di un caffè. Questo aspetto aumenta il desiderio di avere questo prodotto così da poter leggere anche libri di autori che ci convincono poco ma che siamo curiosi di scoprire.

Ma personalmente resto della mia idea. Ci sta la comodità di poterli avere sempre con noi, in qualunque momento, ma l’odore, quello inconfondibile della carta, il poterlo prestare, toccare e sentirne la consistenza delle pagine e sfogliarle. Scriverci le nostre riflessioni, emozioni, commenti o sottolineare le frasi più emozionanti non possono essere paragonate alle sensazioni scaturite da un libro apparentemente freddo. Se custodito con cura lo si può ritrovare dopo anni e avvertire quelle sensazioni provate le prime volte che lo si è aperto, e si rispolvereranno vecchi ricordi.

“Non sai mai cosa si può trovare tra le pagine di un vecchio libro.”

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone