Per un futuro consapevole

 

di Aurora Genovese Liceo Scientifico e delle Scienze Umane O.M. Corbino Siracusa

Molto spesso noi giovani ci sentiamo abbandonati a noi stessi, tendiamo a farci distrarre da cose futili, non essenziali, che ci deviano da quello che dovrebbe essere veramente rilevante nella nostra vita. Per questo abbiamo bisogno di qualcuno che ci guidi e ci accompagni nelle nostre scelte, soprattutto le più importanti, che saranno utili per il nostro avvenire. Consapevole di ciò, il nostro Liceo Corbino, nel corso dell’anno scolastico, è sede di molteplici conferenze ed incontri per studenti e, talvolta, anche per le famiglie, per aiutare ad orientarci correttamente. Infatti, dopo poche settimane dall’inizio delle lezioni, si è già tenuta una presentazione riguardante il mondo universitario nell’ambito medico-sanitario. Nel corso dell’incontro con il professore Dario Triolo, docente di Chimica dell’Università Magna Grecia di Catanzaro, noi alunni abbiamo potuto ascoltare e apprendere al meglio le dinamiche che riguardano il sistema universitario e siamo stati messi al corrente del fatto che il nostro Istituto è sede regionale di formazione. Infatti saranno avviati dei corsi, durante il periodo invernale ed estivo, che potranno essere seguiti dai ragazzi del quarto e del quinto anno. Come illustrato dal professore Triolo, per realizzare il sogno di diventare medico, bisogna superare un difficoltoso test di accesso,  per la cui preparazione si devono sostenere ingenti spese di iscrizione ai necessari corsi di preparazione, e naturalmente senza che questo garantisca il perseguimento dell’obiettivo. Ovviamente, dopo le difficoltà iniziali, non mancano gli aspetti positivi: ad esempio il Professore ci ha spiegato che, attualmente, la facoltà di Medicina è l’unica in cui, durante la Specializzazione, si riceve una retribuzione tra 1000 e 2000 euro. Inoltre, la laurea magistrale è senza dubbio un percorso più completo e approfondito delle lauree triennali. Questo incontro è stato chiarificatore anche riguardo alle lauree triennali, perché il Professore ha reso noto che, al conseguimento delle stesse, non è “automatico” poter accedere ai corsi di Specializzazione, in quanto questi dipendono dalla richiesta, da parte delle aziende ospedaliere, di determinate figure e dal curriculum che ogni studente presenta. Ciò potrebbe comportare di restare “intrappolati a vita” in una laurea triennale. Dopo questa chiara spiegazione, molti di noi hanno trovato incoraggianti e stimolanti le sue parole. Quest’incontro è stato molto utile poiché abbiamo così aperto gli occhi sul mondo “dopo la scuola”, ovvero sulla realtà, dove devi impegnarti duramente per raggiungere i tuoi scopi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone