• Home
  • Blog
  • Articoli
  • Immagina di fare un viaggio nell’aldilà… Colloca i tuoi compagni di classe al Paradiso, all’inferno o al purgatorio, assegnando loro una pena.

Immagina di fare un viaggio nell’aldilà… Colloca i tuoi compagni di classe al Paradiso, all’inferno o al purgatorio, assegnando loro una pena.

Scegliere dove mandare i miei compagni di classe non sarà semplice…
Letizia la manderò in purgatorio e come pena non dovrà parlare per un giorno; però un giorno del purgatorio dura 100 anni megagalattici… Praticamente sarà ammutolita per l’eternità.
Poi, girovagando, ho incontrato Massimo e anche a lui ho fatto fare quasi la stessa fine di Letizia: Purgatorio con la pena di prendere lo scotch e tapparsi la bocca per 300 anni terrestri.
Sono scesa ancora più in basso ed ho trovato Greta, Elena, Cristina Leonardo, Sofia, Margherita, Giulio, Elisa C., Maria Chiara e Viviana che girovagavano senza meta e ho scelto di mandarli in paradiso.
Diego che urla sempre soprattutto quando si arrabbia l’ho spedito in purgatorio dove non dovrà più urlare per 10 anni insieme al suo amico Manuel che invece dovrà iniziare a urlare soprattutto nelle interrogazioni.
Anche Sara finirà in purgatorio e come pena non dovrà più essere polemica.
Elisa R., anche lei in purgatorio, come pena dovrà pensare un po’ di più a se stessa e meno agli altri.
Sempre in purgatorio ci metto:
Emma con pena di non mangiare cioccolato per 2 anni;
Aurora, con pena di non giocare mai più a calcio;
Francesca con la pena di non parlare per due giorni;
Andrea affinché impari ad essere più dolce e meno aggressivo;
Najlaa dovrà guardare prima a se stessa e poi agli altri;
Raul non dovrà più urlare contro gli altri compagni.
Sempre in purgatorio, infine mi ci metto anch’io fino a quando non imparo a non impicciarmi nelle cose degli altri.
Tutti quelli che sono nel purgatorio, scontata la pena o imparata la lezione, andranno in paradiso e troveranno la felicità eterna.
Chiara, 5B E. Loi.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone