Italia-Svezia 0-0 azzurri fuori dai mondiali

L’Apocalisse ha un colore azzurro tenebra. Ha il sapore amaro delle lacrime di Gigi Buffon, che spezzano il cuore: non ci sarà il sesto mondiale per lui, sarebbe entrato nella leggenda, unico a riuscirci. L’Italia non si è qualificata per la coppa del mondo per la seconda volta nella sua storia. Non è stata capace di segnare un misero golletto a una Svezia povera, imbarazzante sul piano tecnico, eppure orgogliosa nella sua resistenza. L’unico Mondiale fallito, quello del ’58, è un precedente più sbiadito della Corea. Questo per capire quanto sia precipitato indietro il calcio italiano.
La delusione è tanta, inevitabile: il calcio è un grande romanzo popolare che ha alimentato le nostre generazioni e non partecipare ad un Mondiale può portare tante delusioni. Questo però può portare tante conseguenze, soprattutto a livello economico: i danni saranno molto elevati, in molti potrebbero anche perdere posti di lavoro. E’ chiaro che anche a livello finanziario perdiamo molto, basti pensare alla mancata possessione di diritti televisivi e radiofonici: meno ascolti e meno sponsor. Ovviamente il tutto ha risvolti anche sociali, questa è una fotografia di un paese che vive zoppicando: il mondiale avrebbe potuto dare un’iniezione di fiducia”.
Prossimo allenatore?: In questo momento si sta pensando a Carlo Ancelotti, anche se credo che lui non abbia la voglia soprattutto perché è ricercato da molti club. C’è anche un fattore economico, Ventura guadagna un milione, Ancelotti ne vorrebbe molti di più: non so se la Federazione se lo possa permettere.
Capello?: lui allena in Cina ma ha sempre detto che avrebbe voluto finire con la Nazionale, ma anche questo è un percorso difficile. Una soluzione potrebbe essere cercare il tecnico all’interno dei quadri federali, una figura come Di Biagio che ha fatto molto bene con l’Under 21: l’importante però è che venga un allenatore che sappia ricucire i rapporti con i tifosi. il mio sogno è il ritorno di Conte, ma la vedo difficile.

LEONE DAVIDE 3°B S.U. Liceo Plauto

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone