Addormentarsi? Non è mai stato cosi semplice!

Dall’altro continente arriva l’innovazione: il metodo 4-7-8 sembra in grado di eliminare stress e ansie e spedirci tra le braccia di Morfeo in appena un minuto.

Dormire è fondamentale poiché ripristina i livelli energetici necessari durante il periodo di veglia, facilita l’eliminazione delle sostanze tossiche, attiva il sistema immunitario e consente di vivere a lungo e serenamente.  Addormentarsi è però quasi impossibile per coloro che vengono colpiti dal peggior nemico del buon riposo: l ’insonnia. Questa infatti da secoli tiene svegli milioni di persone vittime di ansia e stress accumulati durante il giorno per le quali al momento di coricarsi il sonno sembra non arrivare mai. La mancanza di sonno causa problemi come esaurimento, stanchezza, irritabilità, carenza di memoria e creatività o l’insorgere di problemi cardiovascolari.

Il dottore statunitense Andrew Weill, laureato all’università di Harvard, sembra aver trovato un valido sostituto di tisane, passeggiate, latte caldo e sonniferi.

Il metodo 4-7-8 è gratis, ha effetti benefici su mente e corpo e può essere messo in pratica in pochi secondi da chiunque e in qualsiasi momento se ne sente la necessità.  “E’ un calmante naturale per il sistema nervoso” afferma il ricercatore.  Infatti, la tecnica messa a punto dal dottor Weill sembrerebbe un ottimo rimedio in grado di combattere anche ansia e stress.

Egli ha spiegato in un video su Youtube come eseguire la tecnica alla perfezione per addormentarsi in sole 3 semplici mosse.

Prima di tutto bisogna inspirare profondamente ed espellere tutta l’aria dai polmoni, poi inalare dal naso con la bocca chiusa contando fino a 4. Quindi è necessario trattenere il respiro con la bocca chiusa contando fino a 7 e poi espirare dalla bocca contando fino a 8. Il tutto andrebbe ripetuto 3 volte.  Durante il primo mese è necessario ripeterla 4 volte al giorno; la prima dopo essersi alzati dal letto, la seconda subito dopo pranzo, la terza nel pomeriggio e l’ultima mezz’ora prima di andare a dormire.  Dopo il primo mese è sufficiente ripeterla solo appena alzati e prima di coricarsi.

La tecnica si basa sull’antica pratica indiana del Pranayama e consente all’ossigeno di riempire meglio i polmoni donando un effetto rilassante a tutto il sistema parasimpatico, facendoci sentire subito più rilassati e tranquilli.

Lo stesso dottor Weill afferma di aver fatto uso di tranquillanti per anni e di averli eliminati completamente da quando utilizza il metodo 4-7-8.

 Il metodo sarà davvero miracoloso o le vittime dell’insonnia continueranno a girarsi e rigirarsi tra le coperte per ore? Il dottor Weill sembra essere convinto dell’efficacia del metodo, e voi?

Cristiana Bellanti, Liceo Democrito

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone