Wonder: un pomeriggio al cinema

Wonder, tratto dall’omonimo romanzo di R.J. Palacio,  è un film emozionante perché vero. Il protagonista, Auggie, è un ragazzino di undici anni, nato con delle gravi malformazioni al volto. Trascorre l’infanzia triste, sempre a contatto solo con adulti, immerso in una solitudine che lo tiene al riparo da un mondo che fa paura tanto a lui quanto alla sua famiglia. Così quando, dopo averlo tenuto sempre a casa, i suoi genitori lo iscrivono in prima media, Auggie si riempie di angoscia. Ma piano piano comincia a sciogliersi, a coinvolgersi nel rapporto con i suoi compagni e ad avere fiducia in se stesso. Infatti abbandona il casco che gli ha sempre coperto il viso e, a scuola, si sente finalmente libero di dedicarsi alla materia che più ama: le scienze. Ma quali sono le armi più potenti di Auggie? Certamente l’ironia, con cui guarda divertito  se stesso e gli altri e la capacità di sorridere delle imperfezioni di un mondo affascinante proprio perché pieno di limiti.

 

Elisa Fraschetti Giolito   classe seconda A

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone