No Totti, no party

Francesco Totti, nato il 27 settembre 1976 nella capitale d’Italia, si è ritirato: un uomo che ha fatto la storia della Roma e per questo i romanisti lo hanno chiamato l’ottavo re di Roma. Nella sua carriera,  ha segnato 307 gol, di cui 250 in serie A. È rimasto sempre fedele alla sua squadra: infatti la carriera l’ha trascorsa interamente alla Roma.
Il ritiro di  Totti si è tenuto allo Stadio Olimpico ed  erano presenti 67 mila persone ad assistere allo spettacolo, arricchito da coreografie e cori in suo onore. Le bandiere giallorosse, le maglie con il numero 10, gli striscioni più disparati hanno emozionato e fatto piangere le persone presenti. Le parole del capitano sono state: “È arrivato il momento che volevo non arrivasse mai”, è questo il suo pensiero che ci fa capire il dispiacere di Totti nel lasciare la propria squadra. Il tutto si è  svolto  dopo la partita contro il Genoa. L’ex giocatore si era preparato un discorso da brividi per ogni tifoso romanista. Un uomo così importante nella società sportiva non poteva non continuare a farne parte e quindi ora è un dirigente della Roma. Un giocatore del genere si pensa non potrà più esistere: ora si può solo sperare nel figlio Cristian….. con l’augurio che possa seguire le stesse orme del padre nonchè il suo successo!

EDOARDO CIANI classe terza A

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone