UNA PAGINA DI DIARIO PER PARLARE DI ME

Caro Diario,
oggi ti scrivo per raccontarti ciò che frulla nella mia mente e ne sentirai delle belle.
Come tu sai ho solo dodici anni, ma penso di avere tutti i problemi del mondo: gli amici che vanno e che vengono, i miei genitori che non mi comprendono e i continui litigi con mio fratello, per non parlare di quello che penso del mio aspetto fisico.
Tutti gli adulti mi ripetono sempre che gli anni che sto vivendo sono i più belli, ma io proprio non capisco cosa ci trovino di entusiasmante nel doversi alzare presto per andare a scuola, e dopo sei ore di lezione, andare a casa e “perdere” altre quattro ore preziose studiando e facendo i compiti. Pensi che la mia giornata sia finita? Assolutamente no! Sono obbligata a fare sport perché in casa mia è obbligatorio fare esercizio fisico, per crescere meglio e per diventare più forti sia psicologicamente che fisicamente.
Insomma, caro diario, io non ho nemmeno un’ora per divertirmi e per allontanarmi da tutto e da tutti.
Fortunatamente ci sono gli scout che hanno un ruolo fondamentale nella mia vita. Non puoi capire come mi sento voluta bene dal mio gruppo scout, specialmente dalla mia squadriglia, che mi è sempre vicina: abbiamo condiviso paure e soddisfazioni insieme. Posso dire di aver trovato una seconda famiglia dove mi sento veramente capita. Come dimenticare quelle notti in cui la nostra tenda sembra stregata da qualcuno? A volte mi capita di “scappare” e di rifugiarmi nella sede scout, dove trovo tutti i miei amici, pure loro “scappati” di casa in cerca di tranquillità e di comprensione. Insomma, avrai capito perfettamente quanto siano veramente indispensabili per me gli scout.
Caro diario, grazie per ascoltarmi e supportarmi sempre, anche se ogni tanto una risposta alle mie pagine potresti anche darla! 

Cristina Miele 2aL
SSS 1°g “Dante Alighieri”
Casamassima (Ba)

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone