Il boom dei bitcoin

di Faker Marzougui

Il bitcoin è stato creato nel 3 gennaio del 2009 da parte di un anonimo noto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. I bitcoin sono una criptovaluta, ovvero una valuta digitale, che permette di fare acquisti online. Essi sono conservati all’interno di un portafoglio digitale all’interno di un cloud oppure nel proprio computer. Il valore di un bitcoin può essere calcolato con le monete reali e può variare in qualsiasi momento proprio come queste ultime. Infatti dal 2016 ad oggi il loro valore è variato da qualche centinaia di euro a più di 12 mila euro, fino ad arrivare nel dicembre del 2017 a al suo picco massimo di 16 mila euro.

”Ma come faccio a ottenere bitcoin?” Ci sono due metodi per ottenere bitcoin: il primo consiste nell’acquistarli da siti come Local Bitcoins oppure si possono generare attraverso un processo che viene definito come ‘’mining’’. Il mining consiste nella decriptazione degli algoritmi alla base dei bitcoin grazie alla potenza di calcolo dell’hardware in possesso. Molte persone al giorno d’oggi investono molti soldi per l’acquisto di hardware, che gli permetteranno di fare mining.

”Sono legali?” Sono pochi i paesi che attuano norme contro questa criptovaluta. In Italia ad oggi non esiste una legge che vieta il loro utilizzo, perciò possono essere usati come valuta solo se la controparte della transazione è d’accordo.

”Posso usare i bitcoin per scambi illegali di denaro?” Sì. I portafogli digitali sono identificati solo da una stringa di lettere e cifre e non contengono nessuna informazione del proprietario, quindi le transazioni sono anonime.

”Esistono altre criptovalute?” Ethereum, Litecoin, Ripple e chi più ne ha più ne metta, sono altre criptovalute che pian piano si stanno diffondendo come i bitcoin.

”I bitcoin sono il futuro?” Probabilmente sì, ormai siamo nel 21° secolo e si tende a digitalizzare ogni cosa fisica. Inoltre negli anni successivi se più persone si interessassero ai bitcoin, si potrebbero sostituire quelle che sono le valute monetarie in attuale uso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone