Lodi. Fermato giovane terrorista italiano

Ragazzo di 15 anni, italiano di origini nord-africane, contatta un esponente dell’Isis su telegram. Arrestato dalla polizia di stato nel Lodigiano.

A Lodi è stato intercettato e arrestato un ragazzo italiano di 15 anni di origini nord-africane, dopo aver contattato su telegram un esponente dell’isis per reperire informazioni su un ordigno simile a quello già usato nella metro di Londra.

Le indagini sono iniziate 10 giorni prima dell’arresto in seguito ad una comunicazione dell’agenzia di intelligence esterna, la quale aveva tracciato un utente in contatto telegram con un’esponente dell’Isis. Quest’utente,come diceva la comunicazione, aveva manifestato l’intenzione di voler compiere un attentato terroristico nella stazione ferroviaria di Lodi, della quale peraltro conosceva minuziosamente le misure di sicurezza. Dopo varie indagini tecniche la polizia di Stato, su delega della Repubblica di Milano, ha arrestato il ragazzo nel suo domicilio. Il 15enne ha ammesso subito la sua colpevolezza affermando di essersi messo in contatto con l’account telegram dopo aver effettuato ricerche nel web.

Il ragazzo avrebbe scritto esplicitamente in un messaggio all’esponente dell’ Isis la sua intenzione di voler colpire la stazione ferroviaria di Lodi poiché praticamente priva di misure di sicurezza. Inoltre dalle chat emerge la particolare modalità di esecuzione dell’attentato, che doveva essere compiuto con l’utilizzo di un drone.

#openyourmind

Luca di Carlo

III B

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone