“ME STAJE APPENNENN’ AMÒ”, Liberato è tornato

È uscito il 20 gennaio il quarto singolo del misterioso artista partenopeo. tra i temi l’amore gay e il mutamento di genere.

Ancora ignota l’identità del musicista (musicisti?) che nel giro di 24 ore ha superato le 200mila visualizzazioni su youtube per il suo quarto singolo. Il mistero lo contraddistingue e forse questo è ciò che più suscita curiosità. L’artista, che coniuga perfettamente tratti della musica neomelodica napoletana con richiami al mondo indie e con sound da club, ha trattato temi importanti e molto delicati. Il videoclip si apre con il racconto di un transgender, il quale (ormai donna) dice di aver sempre vissuto la vita senza vergognarsi e andando contro tutti, suo padre in primis.

Inizia poi la canzone, che parla di un amore finito, “me staje appennenn’ amò” significa infatti mi stai lasciando amore. Come sfondo per il testo c‘è un toccante video, rigorosamente girato per le strade della città. Alle prime strofe la tematica affrontata è quella dell’omosessualità: è infatti ripresa una gita in un posto abbandonato di due giovani. Il primo deride il secondo come gay, ma quest’ultimo in realtà è innamorato dell’amico. Si passa poi a un gruppo di adolescenti che, usciti dallo stadio, si danno al divertimento, al fumo e all’alcol. Le ultime scene del video riprendono transessuali in discoteca o che ballano in piazza. Non mancano di certo le incitazioni a non seguire la massa, ad essere d’esempio e i riferimenti all’amore per la sua città. L’artista misterioso è entrato nei cuori dei suoi concittadini e non, che hanno aspettato questo singolo fin dalla sua performance live a Torino.

Carmen Scognaiglio, IC

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone