La musica e la Shoah

<<Chi brucia i libri, brucerà anche  gli uomini>>. L’uccisione di massa degli ebrei da parte dei nazisti, non è solo l’ uccisione “fisica”, ma, ”annientamento dell’essere umano e della sua cultura”. Molte sono le ricchezze che i nazisti hanno rubato agli ebrei. Ricchezze, che sono state frutto di grandi sacrifici. I nazisti  volevano annientare tutto degli ebrei, non solo la loro esistenza fisica, ma la loro esistenza nella letteratura, nella scienza e nella musica. Hitler, quasi, “affascinato” dall’ odio razziale di Wagner, “prosegue il suo odio” cancellando la presenza ebraica, eliminando molte opere riguardanti il popolo ebraico. Allora, noi delle nuove generazioni, obbrobriati da tanto odio esprimiamo, anche con la musica, il nostro dolore per le vittime  della Shoah, promettendo di impegnarci perché non accada più.

Antonio Perrotta, Scuola Secondaria di primo grado, classe IIIC

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone