Città di carta

John Green nasce ad Indianapolis. L’autore ha vissuto in Alabama, Florida, Chicago e New York. Si diploma al Kenyon College nel 2000 specializzandosi in inglese e studi religiosi. Dopo aver lasciato l’università, Green passa cinque mesi lavorando come cappellano in un ospedale infantile. La sua esperienza lavorativa con bambini affetti da malattie mortali lo porta a scrivere Colpa delle stelle.

4768

Green vive per svariati anni a Chicago, lavorando per un giornale come assistente editoriale di recensioni letterarie, mentre scrive Cercando Alaska. Durante il suo soggiorno a Chicago fa da recensore a migliaia di libri. Green si trasferisce poi a New York, dove vive per due anni. Scrive anche Teorema CatherineWill ti presento Will e Tartarughe all’infinito.

9788817076364_0_0_1578_75

“Città di carta” narra la storia di un ragazzo, Quentin, che all’età di nove anni in compagnia della vicina di casa, Margo, scopre il corpo di un uomo morto suicida. Da quel momento i rapporti fra i due ragazzi si interrompono: Margo diventa popolare a scuola per le sue fughe, mentre Quentin continua a essere uno studente modello innamorato da sempre di Margo.

Al termine di una giornata normalissima, Margo, dopo ben nove anni, si presenta alla finestra di Quentin per convincerlo ad aiutarla nella vendetta contro Joe, il suo ex-ragazzo. Durante la notte i due ragazzi salgono sulla cima del Sun Trust Building e proprio qui Margo definisce Orlando una “città di carta” abitata da persone “fragili come la carta”. Il giorno dopo Margo scompare misteriosamente.

Ha così inizio la ricerca di Quentin e dei suoi amici BenRadar e Lacey, non solo di Margo, ma anche di loro stessi:

un viaggio alla scoperta di cosa nella vita è vero e cosa invece è “di carta”, che cosa è reale e che cosa invece è solo percezione, maschera.

Uno degli indizi che aveva lasciato Margo era una scritta su un muro: “Andrai nelle città di carta e non tornerai più indietro”.  Tutti pensarono subito a un suicidio, ma Quentin non ne era sicuro. Continuò da solo le ricerche e dopo aver raccolto un po’ di informazioni capì il luogo in cui era nascosta Margo: Agloe, una città di carta nello stato di New York che si trovava a 21 ore di distanza da Orlando. Quentin parte immediatamente con gli amici con il mini-van regalatogli dai genitori per il diploma. Dopo un lunghissimo viaggio interrotto da numerosi problemi e incidenti arrivarono a destinazione. Si diressero verso il luogo e trovarono Margo. Inizialmente quest’ultima non era contenta, però poi si convinse e fece una chiacchierata con Quentin. Dopo lacrime e addii i ragazzi presero strade diverse: Quentin tornò dai genitori, mentre Margo rimase con la speranza che un giorno Quentin potesse tornare da lei.

Recensione personale:

Consiglio Città di carta perché è un libro adatto a tutte le età, anche se è indirizzato principalmente ai ragazzi perché affronta temi come l’amicizial’amore e altre tematiche ricorrenti nell’età dell’adolescenza. È un libro che parla di apparenza e realtà, ma che racconta anche di tutti i turbamenti e le ansie che interessano un periodo della vita particolarissimo. Infatti tratta il passaggio dall’adolescenza al mondo degli adulti. Ha una lettura incalzante e suscita nel lettore attimo di suspense e tensione.

E’ un libro molto bello, se uno ci si appassiona ha sempre la voglia di continuare a leggerlo!

-Arianna Celia

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone