Safer Internet Day 2018, prevenire il cyberbullismo

Il 6 Febbraio 2018, a Reggio Calabria, presso la sala “F. Monteleone” del Consiglio Regionale della Calabria, si è celebrato il Safer Internet Day, la giornata mondiale per la sicurezza in rete. Sia scuole medie che superiori hanno aderito all’iniziativa facendo partecipare i propri studenti all’incontro, in cui si è parlato e discusso sui pericoli del web e sul fenomeno che ormai è sempre più frequente, il cyberbullismo.

Dopo aver parlato del fenomeno del cyberbullismo e di come prevenirlo, alcuni ragazzi hanno rivolto domande e curiosità agli esperti, che contenti dei quesiti, hanno ribadito l’importanza di queste giornate di sensibilizzazione, create proprio per educare i ragazzi ad un corretto uso del web.

Successivamente due studenti del Liceo Scientifico “A. Volta” , Sara Tarantino e Samuele Mallamaci, hanno raccontato ai presenti l’ esperienza vissuta lo scorso anno, quando, in occasione del SID 2017, hanno preso parte ad un corso di formazione a livello nazionale presso l’Agenzia di stampa Dire proprio sul cyberbullismo. I due studenti hanno sottolineato quanto sia importante conoscere i rischi di Internet sia per la propria sicurezza ma anche per quella di altri utenti.

Internet, i social network e, più in generale, gli smartphone sono ormai parte integrante della nostra vita e spesso non riusciamo a farne a meno. Questi sono strumenti che ci permettono di parlare con una persona lontana e di avere il mondo a portata di click, ma la possibilità di avere la libertà di parola, che può sfociare nel postare insulti o pubblicare qualsiasi cosa, anche immagini spiacevoli, può causare disagi nelle persone colpite che, in alcuni casi, per la troppa vergogna decidono di togliersi la vita.

Come ribadito più volte durante l’incontro, un passo veramente importante è denunciare questi fatti gravissimi che, iniziati come uno scherzo, possono portare ad un suicidio.

Tutto questo colpisce i più giovani che devono essere informati su tali pericoli, ma le persone che devono interessarsi di questi argomenti appartengono a tutte le fasce d’ età, perché anche gli adulti, che sono ormai schiavi dei social, iniziano a capire ciò a cui possono andare incontro sia loro, ma soprattutto i figli.

Il Web è un mondo fantastico ma se usato irresponsabilmente, può far più male di un pugno in faccia.

 

Samuele Mallamaci

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone