ALTERNANZA SCUOLA LAVORO PRESSO BANCA IFIS

NELLE PRIME SETTIMANE DI GIUGNO 2017, APPENA DOPO LA FINE DELLA SCUOLA, HO PRESO PARTE A UNO STAGE ALL’INTERNO DI UNA BANCA CON UNA SEDE A MILANO PORTA VENEZIA.

Scrivo queste righe pensando alla manifestazione che, qualche mese fa, gli studenti organizzarono proprio contro l’aletrnanza scuola lavoro. I giusti motivi di questa contestazione sono stati la mancanza di stage validi o che abbiano qualcosa in comune con il corso di studi dei ragazzi frequentanti gli ultimi tre anni di scuola superiore. Infatti l’unico motivo per cui ho potuto prendere parte a questa esperienza, oltre alla disponibilità dei responsabili scolastici per l’alternanza, è stato il fatto che mia madre lavorasse in banca IFIS. Nulla di tutto ciò sarebbe, però, stato possibile senza l’aiuto di alcuni dipendenti della banca che si sono sacrificati per organizzare questo stage con successo.

LO STAGE
Lo stage ha avuto inizio il primo lunedì dopo la fine della scuola e il primo giorno io e i miei compagni di alternanza abbiamo fatto conoscenza dei nostri rispettivi tutor. Ognuno di noi è stato assegnato a un particolare ramo commerciale della banca. Io avrei lavorato nella business unit di commercial lending, cioè quella parte della banca che valuta e giudica le aziende al fine di finanziarle. Subito dopo mi è stato assegnato un computer portatile con il quale avrei dovuto progettare delle diapositive da proiettare ed esporre l’ultimo giorno.

GRAN COINVOLGIMENTO
Fin da subito ho capito che questa esperienza mi sarebbe stata molto utile, ogni giorno conoscevo una nuova unità commerciale, ampliando le mie conoscenze. Il lunedì della seconda settimana, accompagnato in macchina dal mio tutor Andrea, ho potuto visitare la sede principale di una importante multinazionale nell’ambito dello
stampaggio di flaconi in plastica, situata nella provincia di Bergamo. Sempre nell’ambito di questa visita ho avuto la possibilità di parlare con il responsabile fiscale della ditta e fargli alcune domande. Grazie a queste domande ho completato la mia presentazione.

LA PRESENTAZIONE
L’obbiettivo finale di queste due settimane era l’esposizione di una presentazione con l’aiuto di power point. Proprio per questo motivo molte degli incontri nell’arco della settimana era incentrati sul miglioramento delle presentazioni e l’utilizzo del programma. Grazie alle informazioni acquisite dal responsabile fiscale e dai registri messi a
disposizione dal mio tutor, ho potuto terminare in tempo il mio lavoro e l’ultimo giorno, davanti a qualche decina di dipendenti della banca, l’ho presentato.

DUE SETTIMANE DI SCUOLA LAVORO
Al termine di queste due settimane posso ritenermi soddisfatto: ho acquisito nuove capacità,
come quella di parlare davanti a un pubblico, e nuove conoscenze nell’ambito del lavoro e
soprattutto ho capito cosa si può provare a “lavorare” in un ufficio otto ore al giorno.
Infine così come l’ho vissuta io, la scuola lavoro, non posso negare la sua utilità e
formazione che però sono venute meno in molte altre mie esperienze nello stesso ambito.

 

Bassalti

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone