La danza come arte

Molto spesso gli sportivi tendono ad etichettare la danza come uno sport, non sapendo che essa è riconosciuta come un’arte. Per questo la domanda che si viene posta è: “La danza è uno sport?
La danza è un’arte , per questo i coreografi la ‘’utilizzano’’ per esprimere emozioni, sentimenti, stati d’animo e per raccontare una storia.
Ad esempio, al contrario di un campione olimpico a cui è permesso di mostrare sul proprio volto lo sforzo la fatica , i danzatori sono abituati sin dall’inizio della loro carriera a non far notare la foro fatica. Molto probabilmente questo è uno dei motivi per cui la danza viene associata a qualcosa di poco faticoso e leggero.
Purtroppo questa domanda viene posta da chi non è consapevole del fatto che i danzatori hanno preparatori atletici e medici che seguono la loro alimentazione.
Se il pubblico potesse vedere i danzatori dietro le quinte al termine di una performance, capirebbe quanto sforzo fisico viene richiesto loro.
La risposta a questo quest’interrogativo è quindi:
La danza non è uno sport, ma ci si allena come se lo fosse.
Il suo valore aggiunto resta per noi la possibilità di vivere sul palcoscenico le emozioni più svariate, di superare certi propri limiti, lavorando in una dimensione che ci porta al di fuori della realtà di tutti i giorni.

Bonito Mariachiara

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone