GIORNATA IN RICORDO DELLE VITTIME DEL NAUFRAGIO

Ieri si è celebrata all’Isola del Giglio una giornata in ricordo delle vittime del naufragio della Costa Concordia avvenuto il 13 gennaio di sei anni fa.

I passeggeri presenti sulla nave erano 3216 e gli uomini dell’equipaggio 1013. Le vittime sono state 32.

La nave, che era agli ordini del comandante Francesco Schiettino, naufragò alle 21:45 del 13 gennaio 2012, urtando uno scoglio con il lato sinistro e riportando l’apertura di una falla lunga circa 70 metri.

La giornata si è aperta con la celebrazione di una messa in ricordo delle vittime del naufragio, seguita dalla deposizione in mare di una corona e la sera alle 21:30 si è svolta una processione con le fiaccole fino alla lapide che ricorda le vittime, sul molo rosso.

La celebrazione è stata semplice e, forse proprio per questo, molto intensa e sentita tra la gente.

Alla giornata hanno partecipato anche alcune persone che hanno contribuito al salvataggio e al soccorso quella notte come l’ufficiale della capitaneria di porto Gregorio de Falco e il capo della polizia Franco Gabrielli, i quali gestirono l’emergenza quella notte e per tutto il periodo successivo.

 

Melone Giulia

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone