• Home
  • Blog
  • Articoli
  • Magma nel Sannio-Matese, nuovi terremoti “di magnitudo significativa”

Magma nel Sannio-Matese, nuovi terremoti “di magnitudo significativa”

Sotto l’Appennino meridionale, nel Sannio-Matese, è stata trovata una sorgente di magma molto profonda che può generare terremoti “di magnitudo significativa” e più profondi rispetto a quelli finora registrati nell’area.
La scoperta nasce dallo studio di una sequenza nel Sannio-Matese, che nel 2013-14 causò scosse profonde e non giustificabili con il movimento delle faglie dell’Appennino. A causare un sisma di magnitudo 5, si è capito oggi, fu la risalita dei fluidi di origine vulcanica.
La rivelazione, è stata pubblicata sulla rivista Science Advances dall’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) e dal del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università di Perugia.

Valentini Silvio

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone