The Divergent Series

La saga di Veronica Roth, The Divergent Series, è una trilogia che ho letto e mi è piaciuta molto per il coraggio e i valori che mette in evidenza. I tre libri che la compongono sono Divergent, Insurgent e Allegiant. La storia è molto avvincente e si legge con estrema facilità; l’effetto svuota-mente è assicurato. Interessantissima secondo me è la parte sulle paure personali che i protagonisti devono affrontare, alcune descrizioni sono ben dettagliate e molto inquietanti, i protagonisti le devono affrontare come prova per passare a far parte degli Intrepidi questa secondo me è la parte più bella del libro.

Divergent 
Racconta che in un imprecisato futuro post apocalittico, per mantenere la pace, da una non definita minaccia, sulla base del carattere e dello stile di vita che conducono, vengono create cinque fazioni:  gli Abneganti ( conducono una vita semplice et altruista), i Pacifici ( credono nella felicità e nell’armonia), i Candidi ( perseguono verità è onestà), gli Intrepidi ( dal carattere coraggioso e spericolato).
Gli abitanti nascono in una fazione, ma all’età  di sedici anni sono chiamati a scegliere la fazione a cui appartenere in base alle proprie preferenze. Hanno comunque la possibilità di scegliere liberamente la propria fazione indipendentemente del test attitudinale, ma una volta fatta la scelta, questa è definitiva. Chi viene espulso dalla fazione scelta perché considerato non adatto, diventa automaticamente un Escluso, una classe di poveri emarginati. Beatrice è una sedicenne nata e cresciuta in una famiglia di Abneganti, che però ha sempre ammirato gli Intrepidi. Suo padre fa parte del consiglio della città e collabora con Marcus, il capo del governo degli Abneganti. Il test attitudinale di Beatrice viene effettuato da una donna di nome Tori. L’esito del test è inconcludente, Beatrice risulta adatta a più di una fazione. Le rarissime persone che ottengono questo risultato si chiamano Divergenti; sono considerati persone poco controllabili, secondo il capo degli Eruditi, vengono eliminati fisicamente. Tori aiuta Beatrice ad evitare la morte nascondendo il risultato del test e le consiglia di tenerlo segreto a tutti per sempre, anche ai propri genitori. Alla cerimonia della scelta, Beatrice sceglie gli Intrepidi, suo fratello Caleb gli Eruditi. Da tempo gli Eruditi sono in conflitto con gli Abneganti, perché, in quanto più intelligenti, ritengono di voler essere loro a capo del governo. Beatrice, dopo aver superato l’iniziazione, assume come nuovo nome Tris e inizia l’addestramento. Gli Intrepidi devono superare due moduli di addestramento, uno fisico e uno mentale. Alla fine di ogni modulo gli ultimi due della classifica, secondo una regola, diventano degli Esclusi. Tris incontra molte difficoltà durante l’addestramento fisico e si trova tra gli ultimi classificati. All’ultimo momento però vince brillantemente un’ esercitazione militare, ruba-bandiera, che le consente di risalire la classifica quanto basta per non farsi eliminare. Durante l’addestramento mentale, in cui gli iniziati devono superare le loro paure, Tris si rivela di gran lunga superiore a tutti. Tris è una Divergente poiché essi sono gli unici ad avere l’abilità di capire che ciò che vivono nelle simulazioni non è reale. Mentre si avvicina l’esame finale, Quattro, l’ istruttore, le rivela il suo vero nome, egli è Tobias Eaton figlio di Marcus, ( i due giovani iniziano una relazione amorosa)  e verrà poi rivelato in seguito che Quattro è un Divergente.  Subito dopo il test finale, che Tris supera diventando un’intrepida, il capo degli Eruditi, Jeanine, costringe tutti gli Intrepidi a farsi iniettare un dispositivo di localizzazione che si rivelerà essere un trasmettitore cognitivo in forma iniettabile. Tris scopre ben presto che tutti gli Intrepidi, a causa del l’iniezione,  sono diventati dei robot obbedienti, il cui vero scopo è uccidere tutti gli Abneganti e prendere il comando. Essendo Tris una Divergente, su di lei il siero non funziona. Mentre gli Abneganti vengono uccisi, cerca di sventare il piano con l’aiuto di Quattro, del fratello Caleb, che nel frattempo ha lasciato gli Eruditi, e dei suoi genitori, i quali sacrificheranno le loro vite per proteggerla. Dopo aver scoperto dove si trova la centrale che gli Eruditi usano, entra, trova Jeanine e la costringe ad annullare il controllo mentale che fa degli Intrepidi gli Assassini degli Abneganti. Alla fine scappano verso un treno verso una destinazione ignota.

Insurgent 
Tris, Quattro, Peter, Caleb e Marcus stanno fuggendo da Jeanine Matthews, che li accusa di essere i responsabili dello sterminio degli Abneganti. I ragazzi si sono rifugiati presso la residenza dei Pacifici dove conoscono Johanna Reyes, capo fazione dei Pacifici. Nel frattempo gli Eruditi lottano per mantenere stabile la propria società e Jeanine è convinta che la soluzione risieda in un’antica scatola che può essere aperta solo da un Divergente speciale. La scatola si ritiene contenga un messaggio degli Antichi, era custodita dalla famiglia di Tris e Caleb nella vecchia casa nel quartiere degli Abneganti. La caccia che si scatena per catturare un Divergente costringe Tris, suo fratello e Quattro a fuggite dal loro rifugio, e si imbattono negli Esclusi capeggiati da Evelyn, la madre di Quattro, ritenuta da tempo morta. Quattro e Tris giungono in fine dai Candidi, presso quali si erano rifugiati gli altri Intrepidi. Dopo essere stati sottoposti al siero della verità  per dimostrare la loro innocenza, i due riescono a convincerli che non sono stati loro. Intanto gli altri Intrepidi alleati con gli Eruditi scoprono che è Tris l’unica che può aprire la scatola. Jeanine quindi minaccia di causare il suicidio di tre persone al giorno tramite una forma di controllo mentale se non la consegnano. La ragazza decide di andare di propria volontà per mettere fine alle morti delle varie fazioni. Aiutata da Quattro e dagli Esclusi riesce ad aprire la scatola e rivelare il contenuto: un video messaggio in cui una donna proveniente dall’esterno della città, spiega che loro non sono l’ultimo avamposto, ma sono tutti un esperimento; l’esistenza dei Divergenti avrebbe costituito la dimostrazione che i cittadini erano pronti per il mondo esterno. Il video era stato diffuso in tutte le fazioni, Jeanine si domanda, guardando il flusso dei cittadini se sia vero ciò che la donna del video ha rivelato, dal momento che sono trascorsi più di duecento anni.

Allegiant
Tris e Quattro si avventurano nel mondo esterno, in un mondo a loro nuovo e sconosciuto, qui verranno presi in custodia da un’agenzia misteriosa conosciuta come “Dipartimento di Sanità Genetica”. I componenti di questa agenzia avevano mandato loro la scatola, ma adesso le loro precedenti convinzioni saranno messe in crisi e verranno rivelate nuove e sconvolgenti verità. Tris dà tutta la sua fiducia al capo di tutto quel sistema, David, che le fa vedere da dove era venuta sua madre e le dice che fidandosi di lui avrebbe continuato la sua impresa. Quattro, nel frattempo, è deluso perché Tris sembra sempre occupata con David e perciò non gli dà attenzione. E’ prevista una nuova battaglia tra il bene e il male, e soprattutto tra David e Quattro. Alla fine Tris muore per salvare tutte le persone a lei care che gli erano state sempre accanto, muore per colpa di un siero.

Ilaria Cuccì

IE Liceo delle Scienze Umane Mursia

Carini(PA)