Meeting ad Alicante per l’I.S. Mursia di Carini

Quest’anno ho fatto l’esperienza più bella della mia vita.

Sono stata selezionata per partecipare al viaggio, tra il 27 e il 30 novembre scorso, del progetto “Erasmus” della mia scuola, questo viaggio consiste in una sorta di scambio culturale .

A me è toccato andare in Spagna, ad Alicante, precisamente a San Juan, città molto bella e tranquilla.

Noi alunne dell’istituto Ugo Mursia di Carini non eravamo le uniche accolte in Spagna, erano presenti anche alunni di scuole provenienti dalla Turchia, Polonia e Romania e i ragazzi erano ospitati in accoglienti famiglie spagnole.

Le nostre giornate erano impegnative: la mattina andavamo a scuola, nella quale ci hanno accolti in maniera molto generosa, e che ha organizzato per noi gite nei paesi vicini; abbiamo visitato molte piazze, cattedrali, monumenti importanti e noti, la casa di Miguel Fernàndez, il parco delle palme ad Elche e i murales nella città di Orihuela.

La scuola spagnola inoltre preparava attività collettive molto divertenti: la creazione di graffiti sui muri, giochi di gruppo e conversazioni per favorire lo scambio e la conoscenza tra tutti i ragazzi impegnati nel progetto.

Nel pomeriggio invece avevamo del tempo libero dove con gli altri ragazzi facevamo libere passeggiate lungo le spiagge.

Noi ragazzi ospiti avevamo preparato dei video, che parlassero della nostra città di provenienza, da mostrare a tutti i partecipanti del progetto dell’Erasmus: noi alunne dell’Ugo Mursia abbiamo avuto modo di far conoscere la Sicilia, Carini, la nostra scuola e degli artisti che rappresentano la nostra terra.

Alla fine di questa avventura ci hanno premiati con degli attestati accompagnati da uno scambio di doni.

E’ stata una bellissima esperienza perchè il concetto principale era la comunicazione in inglese con ragazzi provenienti da paesi Europei differenti, con questo ho capito molto di più quanto sia bello e importante stare a contatto con la gente e che non esiste distinzione di razza, ho imparato inoltre che l’inglese è importante visto che è una lingua mondiale e ho visitato delle località a me sconosciute prima d’ora, in più e ho instaurato nuovi rapporti di amicizia con tutti i partecipanti all’ Erasmus.

Sono tornata a casa portando con me un bagaglio pieno di emozioni che terrò in custodia per il resto dei giorni.

Noemi Cardulo IIID

Liceo delle Scienze Umane Ugo Mursia

Carini (PA)

I partecipanti al progetto Erasmus KA2 “International culture and traditions”

provenienti dall’I.S. Mursia di Carini, da sinistra le professoresse Anna Bevacqua

e Barbara Grifò, il dirigente scolastico, Domenico Di Rosa, e le alunne Bonaccorso,

Cardullo, Crivello e Pera.