Con Libera, la mafia al di là degli stereotipi