• Home
  • Blog
  • Articoli
  • Internet Governance: in arrivo il summit per il futuro della rete

Internet Governance: in arrivo il summit per il futuro della rete

Si terrà dal 25 al 29 novembre a Berlino il Summit che determinerà il futuro dell’Internet Governance

Si svolgerà per la prima volta in Germania il vertice sull’Internet Governance sostenuto dal Ministero Federale dell’Economia e dell’Energia.

Il tema dell’anno è dato dallo slogan “One World. One Net. One Vision“, letteralmente “Un mondo, una rete, una visione“.

L’incontro annuale dell’IGF serve a condividere opinioni, fare rete, fornire informazioni e proporre questioni da discutere.

Il forum riunirà esperti internazionali di politica ed economia, rappresentanze cittadine e comunità tecniche. Offrirà anche l’opportunità agli imprenditori presenti di sviluppare nuove prospettive per le tecnologie e alle associazioni di attirare l’attenzione della comunità internazionale sui loro progetti.

Il futuro della rete

Le singole questioni da discutere non sono state stabilite in anticipo ma si basano piuttosto sulle proposte formulate durante la fase preparatoria. Tutte le parti interessate, dunque, possono presentare proposte.

Diverse priorità generali sono già state identificate nella fase iniziale:

  • “inclusione”: questioni relative all’accesso, alla digitalizzazione e alla sua definizione su un piano di parità;
  • “governance dei dati”: aspetti tecnici, giuridici e organizzativi della gestione e dello scambio di dati;
  • “sicurezza”: questioni relative alla protezione dei dati, alla sicurezza e alla protezione delle persone, delle risorse e delle infrastrutture nell’era digitale.

Youth Internet Governance Forum

Il giorno prima del lancio ufficiale, il 24 novembre, l’IG ospiterà anche lo Youth Internet Governance Forum, un congresso internazionale sul futuro della rete.

Oltre un centinaio di giovani di età compresa tra 18 e 30 anni provenienti da tutto il mondo, infatti, si incontreranno per lavorare insieme sulle loro idee di Internet del futuro.

I rappresentanti dei giovani di oltre 40 paesi hanno potuto interagire in anticipo attraverso numerosi webinar per scambiare informazioni sui temi della protezione dei dati, dell’educazione digitale, dei discorsi pubblici su Internet e della sicurezza informatica.