Youth IGF a Berlino: 100 giovani per il futuro della rete

Cento giovani provenienti da tutto il mondo si sono incontrati allo Youth IGF di Berlino per formulare proposte concrete e realizzabili da presentare a politici e associazioni dell’Internet Governance Forum

Si √® svolto domenica a Berlino il summit Youth IGF sull’Internet Governance, il vertice che ha accolto cento giovani provenienti da tutto il mondo per discutere sul futuro della rete.

Dopo il saluto istituzionale di Rudolf Gridl, ministro federale degli Affari Economici e dell’Energia, i giovani si sono riuniti per votare i topic sui quali concretizzare i lavori della giornata.

I topic e le proposte

Gli slogan delle proposte sono dei veri e propri tweet da 280 caratteri. Ecco come i giovani hanno riassunto le loro proposte:

  • Istruzione digitale

“Le parti interessate devono incorporare etica universale, princ√¨pi e norme per sviluppare un quadro di competenze generali¬†nell’istruzione digitale.”

  • Protezione dei minori

“La protezione online¬†dell’infanzia √® una priorit√† per tutti noi! Per farlo abbiamo bisogno di un approccio universale. La collaborazione tra tutte le parti interessate √® fondamentale per elaborare politiche efficaci coinvolgendo non solo genitori e professionisti dell’assistenza sanitaria e dell’istruzione ma anche i bambini stessi.”

  • Infrastrutture critiche

‚ÄúCari governi, nessuno vuole che le proprie societ√† vengano hackerate! Bisogna proteggere quelle che oggi vengono chiamate ‚Äúinfrastrutture critiche‚ÄĚ. Oltre ad una corretta divulgazione delle vulnerabilit√†, i governi dovrebbero avere un approccio proattivo al problema e creare strategie nazionali.”

  • Intelligenza artificiale

“L’intervento umano deve guidare i processi decisionali dell’IA per garantire inclusione, privacy e responsabilit√†‚ÄĚ.

  • Trasparenza delle piattaforme

“Le aziende dovrebbero essere trasparenti e dichiarare algoritmi, dati, contenuti, regole e processi decisionali per avere la fiducia degli utenti”.

  • Cybersecurity

“Chiediamo nuove e dinamiche strategie di sicurezza informatica con approcci multi-stakeholder che includano politiche trasparenti, adattive e orientate all’uomo poich√© le leggi hanno un impatto diretto sulla¬†vita quotidiana. Con l’evolversi della tecnologia, anche le politiche devono farlo.‚ÄĚ

  • Neutralit√† della rete

“La neutralit√† della rete e l’accesso per tutti a Internet devono essere garantiti per assicurare l’inclusione digitale.”

  • Riconoscimento facciale

“Nessun riconoscimento facciale¬†dovrebbe essere fatto senza trasparenza e dichiarazione di responsabilit√† da parte delle societ√†. Rischi e pregiudizi esistono davvero e devono essere conosciuti!”

  • Regolamentazione delle piattaforme

“La regolamentazione delle piattaforme √® necessaria ma in un approccio che equilibri i diritti umani e l’innovazione. Indipendentemente dallo scopo delle piattaforme, la loro governance dovrebbe essere inclusiva, trasparente e culturalmente sensibile.”