Da inizio Gennaio sugli schermi di tutto il mondo si é incominciato a parlare di un virus che aveva avuto già modo di manifestarsi in Cina, il suo nome è Coronavirus, esso ha avuto il primo focolaio a Wuhan. Successivamente, dopo circa un mese, ha iniziato a diffondersi in Italia, precisamente in Lombardia, nel giro di poche settimane la nostra nazione aveva migliaia di contagi ovunque. Data la situazione quindi sono state chiuse; scuole, negozi o comunque qualsiasi posto di assembramento. Ciò ha messo in allarme tutta la popolazione a livello mondiale che nonostante non avesse il virus si è messa in “quarantena”. Come tutti anche io e la mia famiglia lo abbiamo fatto. Sono consapevole della situazione che stiamo vivendo, rispetto tutte le norme, lavo le mani molto spesso, non esco, ma ciò non devo farlo solo io perché un singolo individuo ha la sua importanza ma non può avere quella di milioni di persone, poiché possiamo sconfiggere il virus soltanto così, restando tutti uniti. Devo ammettere che le prime settimane non sono stato troppo preoccupato perché credevo che tutto finisse in tempi brevi ma ogni giorno vedevo al telegiornale che la situazione non migliorava anzi peggiorava ma non mi sono perso d’animo. Sto cercando di guardare ciò da un lato positivo anche se può sembrare non esserci ma in realtà c’è e come. Ho iniziato a relazionare maggiormente con la mia famiglia, non che non lo facessi già, ma prima non era frequente come adesso anche perché sono le uniche persone che vedo. Mi sono messo alla prova e ho tentato di cucinare cose abbastanza semplici anche se ho avuto scarsi risultati. Sto notando che come facciamo noi teenagers sperimentando cose a noi nuove non lo fanno gli adulti che cercano di raggirare le regole continuando ad uscire mettendo a rischio se stessi e chi li circonda. Detto ciò spero che questa situazione si sblocchi al più presto e che torni tutto alla normalità.

 

Ps. La scuola mi sta mancando veramente troppo (non avrei mai pensato di dirlo).

 

VINCENZO LOFRANO 3D

Marino Guarano di Melito di Napoli