E SE USASSIMO IL 100% DEL NOSTRO CERVELLO?

Questa è la domanda di un film di fantascienza che si basa sulla convinzione che le persone non usano completamente il proprio cervello, ma solo il 10%. Dopo averlo visto mi sono molto incuriosita così ho fatto delle ricerche per capire se veramente usiamo solo il 10% o se al contrario lo usiamo completamente.

A quanto pare è solo una leggenda metropolitana questa teoria del 10%. Questa si basa sulle teorie di alcuni psicologi di Harvard. Si dice anche che Albert Einstein avrebbe lasciato degli appunti personali in cui affermava che l’individuo medio usa solo il 10% del cervello. Con gli studi di un neuroscienziato questa credenza è stata smontata: infatti il punto di partenza con cui confuta questa teoria è che ogni più piccolo danno cerebrale può provocare effetti devastanti sull’individuo.

Mi fa strano pensare che stiamo usando completamente il nostro cervello, forse tra qualche anno scopriremo il contrario? Se ciò fosse vero sicuramente cercheremmo modi per aumentare la percentuale utilizzata. Se per un momento supponessimo che non stiamo utilizzando completamente il nostro potenziale, sarebbe bello riflettere su ciò che potremmo fare se fossimo in grado di usarne il 100%, saremmo più intelligenti? Saremmo in grado di leggere una cosa e memorizzarla in un istante? Faremmo scoperte sensazionali che gioverebbero all’umanità? Con tali potenzialità ci sarebbero sicuramente delle conseguenze, qualcuno potrebbe usare le proprie conoscenze in modo improprio, infatti il mondo si deve sempre bilanciare tra il bene il male (le due forze che sono alla base di libri e film che hanno formato la nostra generazione) altrimenti il mondo finirebbe, ci sarebbe lo sfero o il caos di Empedocle. Forse acquisteremmo poteri soprannaturali, avremmo il controllo delle cose e del tempo, o magari un udito sopraffino. Forse riusciremmo a capire come il mondo è nato, perché è nato, se ci sono altre mondi con persone che si stanno chiedendo la stessa cosa in questo momento.

Il nostro corpo, le nostre cellule, gli atomi, hanno ancora tante cose da insegnarci, farci capire come potremmo usare al meglio le nostre capacità, e grazie alla scienza un giorno avremo una risposta ad alcune delle ricorrenti domande che ci poniamo. Ogni volta che si scoprirà qualcosa, ci sarà sempre un’altra domanda che dietro l’angolo ci attende. Non conosceremo mai tutto, ma è proprio questo che ci permetterà di scoprire cose nuove, di mettere in dubbio tutto per poi conoscere la verità.

Pescuma 3C