Tutti gli articoli: Istituto "G. Carducci" di Comiso (RG)

Vecchie conoscenze

    Bufalino, col suo tratto gentile e fine, l’esperienza ha ricordato e tutto quanto ci ha raccontato: visi, luoghi, mestieri scomparsi proprio l’altro ieri! Lavorava “u scucciarinu” iniziando di buon mattino, adocchiando e scorticando cani lavorando sempre con il sudore delle sue mani; a casa ritornando qualche spicciolo per i suoi andava portando. Comiso, […]

Venere inerme

Scuri riccioli le incorniciavano il viso fresco Il suo corpo leggiadro e allegro volteggiava dentro un abito fiorato tulipano da una parte all’altra del suo mondo: un universo in stasi, dove figure umane di plastica lei animava di stoffa e di colore. Poi accadde nell’incontro della sua vita che tutto il fiore della sua giovinezza, […]

Verso un’eterna reminiscenza

Mi immergo perdutamente tra le strade del tuo paese, non perché io desideri vederti e chiacchierare con te: ahimè, mi distruggerei! Ma perché lì rivivo soave e maledetto ogni attimo di noi, così che il mio elegiaco ricordo di te, l’inarrestabile fluire del tempo non lo renda vacuo. Così che tu sia per me un’eternità.Vago […]

Mia sorella Audrey

Non è ora di andare, non è ora, lo diceva Audrey ad alta voce, ma Lily aveva già indossato il giubbotto e non voleva saperne di starla a sentire. E allora bisognava andare, senza opporsi, dove le avrebbe portate il loro impeto giovanile. Lily indossò i suoi occhiali da sole con le lenti gialle e […]

Lezioni interculturali

                                                   Andiamo sempre alla ricerca del diverso, dell’originale, della diversità in un mondo di stereotipi, ma l’uomo, purtroppo, ha sempre dimostrato di non accettare chi non è uguale a lui. Nel […]

Encantado por la musica….

“Ti rendi conto di percepire realmente la musica in te, quando cominci a sentirti come sull’altalena, sul punto più alto, quello del “volo”, quando lo stomaco in subbuglio ha le farfalle e non sa decidersi tra il dolore e il piacere. È quella la sensazione che ognuno di noi dovrebbe percepire quando gode della musica. […]

Innumerevoli calvari

      Tante le storie di cui parlare tanti gli avvenimenti da raccontare … Oh povera gente, vittima di una civiltà pervasa di criminalità, che interdice ogni loro attività: sono costretti alla clandestinità, quanta indescrivibile mostruosità! Ma è ancora questa la nostra storia, la nostra evoluta attualità?   Oh povera gente, che senza saper […]

Nessun domani…

  Nel loro futuro non c’è un domani, neppure, nascosto. Poveri uomini, mal governati disperati, umiliati, lasciano casa ed affetti; si mettono in via per una flebile speranza: nel tragitto nient’altro che morte, paure e mattanze.   C’è il desiderio di un nuovo inizio, ma nella terra che toccano non è loro dato: frustrazione e […]

Sguardi Persi  

      Sdraiato, annoiato, assopito, davanti alle immagini che scorrono inesorabili; resto quasi distratto, attonito, ma ecco, apparire ai miei occhi un mare sterminato con un barcone fatiscente zeppo di esseri umani, sfigurati, che hanno perso le sembianze di uomini, rannicchiati in grandi teli argentati per ripararsi dalle lame della fredda salsedine, che, prepotente, […]

A Blue Shadow

    Come un’ombra evanescente si aggirano sui nostri gelidi orizzonti reali e di pensiero: barcollanti, sfiniti, senza patria, senza meta, senza futuro, senza pelle! Quali pulcini tagliati fuori dalla loro primigenia nidiata misera, ma calda e confortevole, vagano implumi, senza difese, esposti agli strali taglienti di coloro che dovrebbero naturalmente stringerli, in un abbraccio […]

Il muro è un punto di vista

  “Il muro è invalicabile, impermeabile, impenetrabile: non passa nulla, ma  proprio nulla dall’altra parte! Più si è divisi, più si è diversi, distanti, inconciliabili! Si è diversi nell’anima, si è diversi nel pensiero,  si è diversi nell’universo! Se ne abbatte uno, ne cresce un altro e un altro ancora all’infinito…. Il muro, però, “difende”, […]

Silenzio su di me…

  Heshtja mbi mua Cigaria u dogj gjer në fund. Mbi tryezë gjumi më mori. Në xham era perdet i tund. Dhe hesht korridori.   Me kokë në tryezë të flesh Të shohësh ëndrra të blerta Sa ndot!…Të zgjohesh e prap të gjesh, në gjoshe të gjesh të vjellat që ka lënë jeta. (ALBANESE)   […]

Fatti non foste…

Potrebbero mai avere sapore d’umanità, coloro che stendono il braccio, con l’indice teso verso i fratelli, coloro che feriscono brutalmente, coloro che rifiutano di donare e ricevere amore? Lentamente scompariranno. sbiadendo, qual foto mal conservata, ingiallita dal tempo, preda della solitudine e dell’oblio; il loro petto spento e freddo diverrà per sempre una stella cadente: […]

La mia anima irrorata di speranza…

Quando fui lì, quel gran chiasso si fermò: il mutismo della folla lasciò le frustrazioni umane fluttuare nell’aria, a danzare invisibili. Oh, quel sadismo di un essere uomano che ne calpesta un altro! La “voluptas dolendi”, si dissolse nelle luci tiepide dell’aurora, che Febo Apollo proiettava fiducioso su di noi, rendendo argentei i nostri volti! […]

Bellezza

  Se contemplo la bellezza, rievoco il volo spensierato di una farfalla, la corsa concitata di un bambino che si tuffa, felice, nel viluppo delle le braccia materne … L’immensità del cielo, quale castone nella notte di miriadi di zaffiri argentati; immagino il sole imbarazzarsi alla vista del chiarore della pallida luna lontana, tanto da […]